Allenamento a circuito – Train for Life

La mania del Circuit Training  è molto in voga.
Oggi non entri in una palestra senza vedere persone che stanno sulle palle di Bosu spesso sollevando manubri o usando un kettlebell allo stesso tempo.
Questi esercizi che fanno parte di un circuito funzionale danno molti benefici purché eseguiti in modo corretto e dietro indicazione di un Personal Trainer.

A meno che non vogliate prepararvi a un terremoto, l’accovacciamento su un tavolo di equilibrio non è molto funzionale.
Un programma di allenamento a circuito efficace ti prepara atleticamente mentre sei in contatto con i tuoi figli, mentre abbellisci il tuo giardino, facendo sport con gli amici o quando sei pervaso dall’idea di sistemare quella vecchia hot rod nel garage. Questo è veramente fitness funzionale.

Circuit Training come funziona

Il circuito funzionale ricorda le attività che fai ogni giorno. Muovendosi in ogni direzione, combinando movimenti come affondi e pressioni che coinvolgono tutto il corpo e sollevando carichi che generano sviluppo della massa.
circuito funzionale Sono esercizi che può svolgere chiunque e quando si vuole.
Si segue un programma di esercizi variabile in base al proprio livello di allenamento.

Indicazioni per Circuit Training

Esegui un allenamento 3 volte alla settimana, riposando almeno un giorno tra ogni sessione.

Tempo necessario: 30-40 min.

E’ il tuo momento: Do It!

Esegui il circuito funzionale completando una serie di ogni esercizio e riposando il meno possibile tra una serie e l’altra.
Esegui movimenti che durano 40 secondi ciascuno. Completa tutti gli esercizi del circuito e quindi riposa tre minuti. Ripeti finché non hai completato da tre a cinque circuiti.

jumping

Esempio di allenamento funzionale

Il circuito prevede nove esercizi funzionali, molti dei quali sono esercizi a corpo libero, anche se avrai bisogno anche di un kettlebell e di un paio di manubri.

Per ogni esercizio completare quante ripetizioni è possibile entro 40 secondi, quindi riposare per 25 secondi prima di passare all’esercizio successivo.